psiconutrizione menopausa

Menopausa: catastrofe o opportunità? Consigli psiconutrizionali

La menopausa è una fase specifica della vita della donna. Si parla spesso della menopausa come momento di crisi. Vengono enfatizzati i disturbi fisici e psicologici legati a questa fase del ciclo di vita femminile. Questo genera non poche paure.

Complessità

La menopausa è una fase di vita, ma anche un fenomeno caratterizzato da elevata complessità. Per questo, risulta utile utilizzare diversi punti di osservazione per leggerlo. Ed è consigliabile un approccio integrato per prendersene cura. È importante agganciare gli aspetti biologici, ormonali e metabolici ad aspetti psicologici.

Vediamo insieme alcuni aspetti chiave che descrivono il fenomeno.

Ormoni

Ecco una delle prime cose che vengono in mente parlando di menopausa! Il cambiamento ormonale. Questo mutamento sembra generare “tutto”. Gli ormoni vengono utilizzati come la più comune giustificazione a tutti i cambiamenti della donna. Compresi i famosi “sbalzi d’umore”. In ambiente medico i disturbi psicologici legati alla menopausa sono considerati, e quindi curati, come inevitabile conseguenza dello sconvolgimento ormonale. Pullulano quindi pubblicità di farmaci e integratori con le conosciutissime scatole rosa. Poco spazio viene dato alla considerazione degli aspetti emotivi legati al cambiamento.

Vampate di calore

Altro grande classico nella rappresentazione della donna in menopausa! La variazione nel livello di estrogeni è la spiegazione. Tuttavia, le vampate sono strettamente correlate a disturbi psichici che mantengono e, spesso, peggiorano il sintomo. Quando si presentano in maniera intensa e frequente aumentano l’incidenza di disturbi del sonno, disturbi attentivi (concentrazione e memoria) e disturbi del desiderio sessuale. Questo incide sui livelli di stress che, a cascata, scatena nuove vampate.

Cambiamento e perdita

Il cambiamento, per la donna, è totale. La conclusione del ciclo mestruale si collega, a livello psicologico, al passare del tempo e alla fine della fertilità. La donna cambia fisicamente e a questo è connessa una generale trasformazione dal punto di vista relazionale e sociale.

Corporeità e immagine di sé

Le modifiche ormonali sono responsabili del cambiamento nella distribuzione del grasso corporeo. Questo non spiega necessariamente l’aumento del peso. Tuttavia la donna comincia a fare i conti con una corporeità differente e un’immagine di sé in trasformazione. Rilevante è l’aumento di stress che può indurre ad un diverso consumo di cibo. Cibi ipercalorici possono essere utilizzati come mediatori emotivi. Il comportamento alimentare in questo periodo si modifica e questo può avvenire in due direzioni. La trascuratezza o la cura estetica ossessiva. Il primo tipo di comportamento è tipico delle donne che, vedendosi cambiate, pensano “non ci sia più nulla da fare”. Il secondo tipo è quello delle donne che “continuano a sentirsi giovani” e vogliono a tutti i costi mantenersi tali. L’obiettivo, dunque, dovrebbe essere quello di trovare la giusta misura.

Transizione

Mentre la donna è in menopausa, solitamente tutta la famiglia si trova in una fase di transizione importante. Le fasi in cui solitamente si inserisce la menopausa sono due.

  • La famiglia “trampolino di lancio”, in cui i figli si preparano all’autonomia e quindi alla separazione dai genitori;
  • La famiglia come “nido vuoto”, in cui i figli sono ormai fuori casa.

Vista la transizione in cui si trova la donna a livello psicosociale, il cambiamento risulta ancora più complesso durante la menopausa. La donna sperimenta uno stato di incertezza, confusione e emozioni ambivalenti.

Perdita

Ogni cambiamento comporta una perdita. La perdita di uno stato precedente, di equilibrio, di abitudini consolidate, di ruoli sociali e relazioni. È importante ricordarlo per una donna in menopausa. La perdita può portare con sé umore depresso che, trascurato, può condurre a depressione.

Coppia e sessualità

La donna che cambia nella sua corporeità e nella propria psiche, ha più difficoltà a sentirsi forte e fiduciosa nella relazione di coppia. È importante che la coppia si ritagli spazi di vicinanza e che possa riacquisire nuova energia! La sessualità deve essere rimessa al centro.

Consigli nutrizionali

In menopausa seguire un’alimentazione adeguata è importante per ridurre i sintomi e mantenere la donna in buona salute. È preferibile assumere ortaggi e verdure che contengano molto calcio e sali minerali (che diminuiscono in questo periodo). È utile diminuire il consumo di latticini che potrebbero portare ad un aumento del peso. Essenziale, inoltre, è la vitamina D contenuta in alte concentrazioni nell’olio di fegato di merluzzo. E in misura minore nei pesci grassi, nelle uova e nella carne di origine animale.

Per contrastare gli sbalzi d’umore è importante assumere fitoestrogeni abbondanti nella frutta secca, nella soia e più in generale nei legumi.

Approccio integrato: da catastrofe a opportunità

Durante la menopausa potrebbe essere utile iniziare un percorso psiconutrizionale, allo scopo di affrontare sia gli aspetti psicologici che biologici. Tutto questo allo scopo di ristabilire l’equilibrio psicofisico!

La cura degli aspetti fisiologici è importante. Altrettanto importante è la riscoperta di sé attraverso l’analisi degli aspetti emotivi, cognitivi e comportamentali che caratterizzano la donna in questo delicato periodo di vita. Un percorso integrato può consentire di individuare e sviluppare risorse nuove affinché la menopausa diventi una nuova opportunità per piacersi.

Clicca qui e leggi gli altri articoli di Psiconutrizione.

Dott.ssa Luana Giovanelli – Psicologia e Psicoterapia

Dott.ssa Cristina Fantasia – Biologa Nutrizionista

Tags: No tags

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *